Il fascino delle arti s’intreccia alla memoria di un passato importante

Il fascino delle arti s’intreccia alla memoria di un passato importante

Come ogni anno, Pennabilli diventa un piccolo grande museo e si offre alla visita di tutti coloro che avranno il piacere di visitare uno scorcio d’Italia in cui eccezionalmente il fascino delle arti s’intreccia alla memoria di un passato importante, alle vestigia di un casato illustre.

Per l’intera la durata della sua Mostra Mercato d’Antiquariato, e non solo, Pennabilli è una meta ricca di spunti d’interesse per quel turismo estivo sempre più diversificato ed esigente che puntualmente popola le splendide coste adriatiche tra Marche, Emilia e Romagna: Rimini è a mezz’ora o poco più.

La vacanza sarà ancora più piacevole se unita all’opportunità di vivere un’esperienza culturale di eccellente qualità come Pennabilli Antiquariato.

Dopo la spiaggia Pennabilli offre il piacere qualche ora di ristoro in collina, nella regione del Montefeltro. Qui si scoprono castelli misteriosi e borghi fortificati, città ricche d’arte e di storia, freschi paesaggi lontani dal traffico e dal cemento, casolari dove la cucina e l’ospitalità sono rimaste quelle di un tempo.

E proprio perché il pubblico della mostra non è fatto solo di grandi collezionisti e estimatori dell’alta epoca, ma anche di giovani e di nuovi appassionati, le tipologie trattate nell’esposizione sono varie: accanto a opere di elevato valore storico, artistico ed economico, ci sono pezzi di un’antiquariato più accessibile, di epoca più recente ma comunque di qualità.

Pennabilli è la proposta che completa il turismo della riviera marchigiano-romagnola: una dolce collina, dove antico e moderno si fondono perfettamente, dove la poesia della tradizione si sposa con la magia di realizzazioni uniche come i ‘Luoghi dell’anima’ di Tonino Guerra, dove un’escursione diventa un’occasione per viaggiare nella storia e dentro se stessi.

Come Arrivare

Dove Dormire

Dove Mangiare